Tages: “Puntiamo sul mercato fotovoltaico”

Umberto Quadrino, presidente di Tages Holding e capo del team di investimento di Tages Capital SGR, interviene all’inchiesta di Fondi&Sicav sui fondi energy

tages

Credete che il recente accordo tra l’Opec e la Russia sarà sufficiente a garantire un’inversione del trend delle quotazioni del barile nel medio-lungo termine?

L’accordo tra Opec e Russia rappresenta senz’altro un passo avanti, ma certamente non ancora decisivo, verso la stabilizzazione del prezzo del petrolio. Infatti, il congelamento delle quote avverrebbe ai massimi storici della produzione russa e il taglio dell’Opec sarà inferiore all’aumento di produzione avvenuto nell’ultimo anno. Inoltre, non è ancora deciso quale paese Opec dovrebbe tagliare le proprie produzioni. Infine, un altro aspetto molto importante da considerare è che negli ultimi anni, in modo quasi del tutto inaspettato, l’industria dello shale oil e del gas americano ha saputo ristrutturarsi, dopo che il calo del prezzo del petrolio aveva causato il brusco ridimensionamento della produzione in Usa. Negli ultimi due anni infatti il costo di produzione dello shale oil americano è enormemente sceso, ricreando un’offerta che si considerava ormai fuori gioco. Di conseguenza, la stabilizzazione del prezzo del petrolio dipenderà, oltre che dalla reale efficacia degli accordi di cartello, come quello tra Opec e Russia, anche da un fattore determinante come la quota di prodotti americani sull’offerta globale.

L’IEA (International Energy Agency) ha confermato che il 2015 è stato l’anno delle energie rinnovabili grazie ai minori costi di produzione. Quale peso riveste questo segmento all’interno del vostro portafoglio?

Il nostro portafoglio è attualmente interamente dedicato al fotovoltaico, ma non escludiamo di poter considerare in futuro anche altre energie rinnovabili. Tages Helios ha oggi un portafoglio di oltre 157 MW dopo aver acquisito ad agosto dal Fondo XI di First Reserve gli impianti fotovoltaici di 9Ren, primario operatore italiano nel campo dell’energia fotovoltaica che possiede 51 impianti su tutto il territorio nazionale per un totale di 56 MW. Sempre ad agosto abbiamo anche sottoscritto un contratto per l’acquisizione degli impianti italiani di SunReserve da First Reserve: un portafoglio di oltre 101 MW composto da 9 parchi solari tra cui l’impianto di Rovigo, uno dei più grandi d’Europa con una potenza di circa 70 MW, l’impianto di Giuliano in Campania di oltre 20 MW e altri 7 parchi solari distribuiti in Centro – Sud Italia.

Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.
Advertisement