Tokyo positiva, Shangai chiusa

Tokyo positiva, Shangai chiusa. Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in rialzo (Nikkei +0,9%), con i mercati globali che beneficiano dell’allentarsi dei timori per Deutsche Bank, innescando una ripresa del settore finanziario. Kawasaki Heavy Industries (-10,97%) ha rivisto le previsioni di utile operativo per l’anno a JPY34 mld da JPY70 mld, citando un rafforzamento dello yen e un calo della profittabilità della cantieristica navale da cui vuole uscire. Hong Kong al momento guadagna circa lo 0,73%, Shangai rimarrà chiusa per tutta la settimana per festività nazionale.

Wall Street ha chiuso positiva venerdì
Wall Street ha chiuso venerdì positiva, con Dow Jones +0,91%, S&P500 +0,8% e Nasdaq100 +0,77%, beneficiando del calo dei timori legati alla situazione di Deutsche Bank. Inoltre, secondo l’agenzia stampa AFP, sarebbe vicina ad accordarsi con il governo degli USA su una multa di USD5,4 mld, decisamente inferiore ai USD14 mld proposti dalle autorità precedentemente. Tra gli altri bancari J.P. Morgan Chase & Co. ha guadagnato l’1,4%, Citigroup il 3,1% e Goldman Sachs l’1,5%. Costco (+3,4%) ha annunciato per lo scorso trimestre un utile di USD1,77 per azione, sopra al consensus di USD1,73 per azione.

Mercati cinesi chiusi per festività
Eur/Usd a 1,1235. Mercato caratterizzato da volumi più limitati sui mercati asiatici, vista la chiusura delle piazze cinesi. In Europa, col rientrare dei timori relativi a Deutsche Bank, la sterlina tocca il minimo dei 7 mesi e il dollaro sale dopo che il ministro inglese May ha annunciato che entro la fine di marzo avvierà il processo di uscita dall’Ue.

Petrolio wti in lieve calo
Petrolio Wti in calo a USD48 al barile, sul finire delle contrattazioni asiatiche, stabilizzandosi sulle speranze di un taglio da parte dell’Opec per ristabilizzare il mercato.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane in calo di 1 tick a 165,69 lo spread Btp/Bund 10y è a 131 pts, con il rendimento del decennale italiano all’1,20%.

Agenda macro
L’agenda macro della giornata prevede il dato Pmi manifatturiero di Italia, Francia, Germania, Eurozona, Regno Unito e, nel pomeriggio, quello degli Stati Uniti.

Advertisement