Trend mensile del mercato europeo degli ETF

Il trend favorevole dei flussi legati al mercato europeo degli ETF e’ proseguito a luglio 2015. La raccolta netta di nuovi capitali (NNA) si e’ attestata il mese scorso a EUR 7.8 mld, dopo un giugno positivo in cui si sono avuti afflussi per EUR 1.5 mld. Il barometro di Lyxor

I flussi degli ETF azionari hanno evidenziato un significativo rialzo, raggiungendo quota EUR 6 mld a fronte di EUR 3,1 mld di afflussi registrati a giugno. Gli investitori hanno continuato a privilegiare gli ETF azionari su Paesi sviluppati con EUR 6,5 mld di afflussi. Gli investimenti relativi agli ETF europei hanno raggiunto i 4,4 mld EUR con maggiori flussi positivi per gli ETF regionali, finanziari e azionario alti dividendi, mentre sono stati leggermente ridimensionati gli investimenti su aree periferiche dell’Europa. Gli afflussi hanno toccato quota EUR 444 mln per gli ETF sulla Germania ed EUR 2,9 mld per quelli sulla regione europea sviluppata, con 182 mln di disinvestimenti netti sulla Spagna e sull’Italia. I flussi statunitensi sono risultati positivi (EUR 1 mld), mentre quelli giapponesi hanno evidenziato un rallentamento attestandosi a EUR 113 mln. Il trend negativo dei flussi legati ai mercati emergenti è proseguito con EUR 509 mln di deflussi a luglio.

I flussi relativi agli ETF fixed income sono risaliti (EUR 2,2 mld di flussi positivi). I mercati sviluppati sono stati interessati dal maggior numero di afflussi con EUR 2,3 mld, mentre gli ETF sui mercati emergenti hanno evidenziato disinvestimenti per EUR 87 mln. I titoli di Stato europei hanno visto afflussi per EUR 556 mln. Per quanto concerne le obbligazioni societarie, gli investimenti hanno per lo più riguardato il segmento investment grade con EUR 794 mln, mentre per la componente high yield gli afflussi si sono fermati a EUR 154 mln.

Negativi i flussi relativi alle commodity (-EUR 309 mln), segnando il record di deflussi degli ultimi dodici mesi.