UK, inflazione ai minimi storici

A cura di Stefania Basso

Prossimo rialzo dei tassi di interesse nel primo trimestre del 2016. Il commento di Morgan Stanley

L’inflazione CPI (indice dei prezzi al consumo) è scesa dallo 0,5% anno su anno a dicembre allo 0,3% anno su anno a gennaio toccando il minimo storico, contro una previsione di Morgan Stanley pari allo 0,2% anno su anno. L’inflazione “core” e dei servizi in realtà è salita. I principali contributi al ribasso si devono ai trasporti, generi alimentari e tempo libero ma ci sono state anche sorprese positive dal settore abbigliamento e arredamento. Con i prezzi del petrolio in rialzo nell’ultimo mese, Morgan Stanley corregge al rialzo le previsioni 2015 dell’inflazione annuale allo 0,5% anno su anno.

I comparti responsabili del calo dell’inflazione CPI anno su anno sono i trasporti (-0,47 punti percentuali), i generi alimentari (-0,50 punti percentuali) e i servizi abitativi e alle famiglie, che comprendono gas ed elettricità (-0,37 punti percentuali).

L’inflazione si stabilizzerà sui livelli attuali secondo il team di Morgan Stanley. Primo perché i prezzi del petrolio sono saliti del 20% rispetto ai recenti minimi e i prezzi del carburante per i trasporti, che erano scesi del 16% anno su anno a gennaio, si sono stabilizzati a febbraio e sono saliti lievemente a marzo. Secondo, con la sterlina piatta in termini ponderati negli ultimi sei mesi, l’impatto del passato apprezzamento della sterlina potrebbe svanire. Infine, la crescita dei salari (nuovi dati in uscita oggi) è aumentata e l’inflazione dei servizi in realtà è cresciuta a gennaio al 2,4% anno su anno. L’inflazione potrebbe stabilizzarsi intorno ai livelli attuali evitando di scivolare in territorio negativo.

Con l’inflazione nominale così bassa e i timori che l’inflazione bassa possa impattare a lungo sulle aspettative dell’inflazione, c’è il rischio di un ulteriore allentamento della politica monetaria. Ma se i fattori guida dell’abbassamento dei prezzi sono temporanei ed importati – come probabilmente evidenzieranno i dati di oggi – il CPM potrebbe procedere a un primo rialzo dei tassi non prima del primo trimestre del 2016.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.