Home Copertina Un giorno tutti gli investimenti saranno investimenti ESG

Un giorno tutti gli investimenti saranno investimenti ESG

0
Un giorno tutti gli investimenti saranno investimenti ESG

Da molto tempo Clearbridge crede che un giorno tutti gli investimenti saranno investimenti ESG, i quali non esiste­ranno più come una categoria a se stante. La nostra esperienza dimostra che l’integrazione di fattori ESG rilevanti e sostanziali nella ricerca fondamentale e nel processo decisionale di investi­mento aggiunge valore costante al nostro processo di investimento e con­ferma le nostre view di azionisti di lungo periodo.

Non sorprende che l’aumento esponen­ziale delle nuove strategie di investi­mento incentrate sull’ESG generi una corrispondente crescita del rischio di confusione e diluizione del processo. Per molti gestori di investimenti il fulcro dell’analisi ESG è esternalizzata, benché nessun gestore attivo penserebbe di esternalizzare il fulcro della ricerca sugli investimenti. Spesso, l’intenzione dichiarata di integrare i principi ESG non trova riscontro nei fatti.

A chi pretende investimenti ESG coe­renti raccomandiamo di verificare l’e­sperienza dei gestori di portafoglio in asset con fattori ESG, la storia degli investimenti ESG della società, l’infra­struttura ESG, il processo di investi­mento e i risultati passati in più cicli economici.

Nel 2020 i titoli con un forte profilo di sostenibilità hanno registrato perfor­mance generalmente buone, per effetto di una serie di tendenze.

Riteniamo che alcune di queste tendenze siano struttu­rali e sosterranno gli investimenti orien­tati alla sostenibilità ESG nel lungo periodo come, per esempio, aiutare a contrastare il cambiamento climatico riducendo le emissioni di car­bonio o risolvere la scarsità di risorse attraverso l’impiego di materiali riciclati.

Un’altra tendenza rafforzatasi, e neces­sariamente favorita dal COVID-19, riguarda lo sforzo del settore sanitario per impiegare le sue capacità e risorse finanziarie al fine di accrescere il benes­sere della società. La rapidità di svi­luppo e l’efficacia dei due primi vaccini anti-COVID-19 dimostrano come la spinta delle aziende biofarmaceutiche a innovare terapie e cure abbia reso possibili progressi significativi non solo per le malattie rare e genetiche, ma anche per quelle infettive e potenzial­mente per il cancro.

Nel prossimo ciclo di mercato la palma della sostenibilità potrebbe andare a: produttori di beni voluttuari che miglio­rano la sostenibilità nel campo degli imballaggi e dei prodotti alimentari; società finanziarie che danno la priorità alla diversità e all’inclusione; infine, società industriali che promuovono l’ef­ficienza energetica e i veicoli elettrici.

Guardando al futuro, siamo ottimisti sul potenziale di rendimento dei portafogli ESG nel lungo periodo. Numerosi studi documentano i benefici a lungo termine in termini di performance degli investi­menti coerenti con i principi ESG.

A seconda dell’orizzonte temporale pre­scelto, i portafogli focalizzati sull’ESG e con una minore esposizione ai combu­stibili fossili, per esempio, potrebbero risentire meno delle fluttuazioni di mer­cato al variare dei prezzi del petrolio. Manteniamo una view di lungo periodo sulle opportunità e sui rendimenti di mercato. Ma teniamo sott’occhio l’anda­mento dei tassi d’interesse più alti in tutti i settori economici e le varianti di COVID-19 che potrebbero ritardare la piena riapertura in alcune regioni del mondo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza i cookies.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.