Un paniere di soluzioni tematiche

Intervista a Marco D’Orazio, direttore investimenti di BG Fund Management (Banca Generali). 

Quali caratteristiche cercate in un nuovo prodotto da inserire nella vostra gamma?

«Quando analizziamo i possibili prodotti da inserire in portafoglio, sempre più spesso ci orientiamo verso una filosofia diversa rispetto alla classica allocazione basata sulla diversificazione a livello di  aree geografiche. Infatti componiamo i nostri portafogli con soluzioni di tipo tematico, esponendoci a trend che riteniamo decisivi per il futuro dell’economia globale. Tutto ciò avviene, sia per quanto riguarda la componente strutturale, sia per quella ciclica del nostro approccio all’investimento. Ad esempio, per sfruttare il processo di reflazione attualmente in corso, grazie alla forte ripresa economica, abbiamo preso esposizione a prodotti focalizzati sui finanziari, sulle infrastrutture, sulle materie prime, sui consumi ciclidi e discrezionali, e sui temi definiti come “value” in genere».

In particolar modo in termini di caratteristiche di risk management quali caratteristiche ricercate?

«Un concetto per noi fondamentale è la persistenza: ovviamente a parità di rischio ci focalizziamo su quelle soluzioni che presentano il maggiore rendimento, così come, a fronte di crescite equivalenti, optiamo per chi riesce a minimizzare il rischio. È però per noi un requisito fondamentale, nella nostra analisi quantitativa, che i gestori con cui lavoriamo siano in grado di generare le loro performance costantemente nel corso del tempo. Si tratta di una condizione che per noi è sinonimo di sostenibilità negli investimenti. Passiamo poi a un’analisi di tipo qualitativo per capire come quegli extra-rendimenti sono stati generati. In generale, ciò ci porta a evitare di lavorare con money manager caratterizzati da alta volatilità nei ritorni, in grado cioè di generare elevate performance nei momenti di ripresa dei mercati, salvo poi soffrire nei periodi di avversione al rischio». 

A proposito di investimenti tematici, su quali nello specifico state puntando?

«Come abbiamo visto, la reflazione era un tema cui guardavamo dalla fine dell’anno passato, il che ci ha portato ad aumentare già dal novembre scorso l’esposizione a titoli value e al settore finanziario in genere. La ripresa economica è per noi un elemento molto importante: per questa ragione manteniamo una forte esposizione ai temi ciclici come i consumi. Con questo termine non intendiamo solo la loro versione più moderna, come le piattaforme di e-commerce, peraltro per noi fondamentali, ma anche la loro variante più tradizionale. Di conseguenza, vediamo occasioni fra le società legate alla ripresa del turismo e a tutto ciò che riguarda leisure e benessere. Per la componente strutturale dei nostri portafogli che lavora sui trend di lungo periodo, oltre al suddetto e-commerce, siamo molto focalizzati su diversi temi legati alla trasformazione tecnologica come l’intelligenza artificiale, la blockchain, la robotica, così come sui temi Esg e sulla rivoluzione green. Altro tema è l’innovazione in campo medicale. Peraltro, ci tengo a sottolineare che in alcune delle nostre soluzioni tematiche ci avvaliamo dell’importante attività di analisi e supporto di advisor industriali, società che sono attive nelle industrie in cui investiamo e che ci permettono di individuare i rilevanti trend e sottotrend di medio-lungo periodo. A livello geografico, infine, guardiamo con molto interesse in particolare all’Europa, dove c’è più spazio per la ripresa anche grazie ai contributi del recovery fund in arrivo». 

continua a leggere 

Boris Secciani
Nato a Bologna nel 1974, a Milano ho completato gli studi in economia politica, con una specializzazione in metodi quantitativi. Ho cominciato la mia carriera come broker di materie prime negli Usa, per poi proseguire come trader sul forex. Tornato in Italia ho partecipato come analista e giornalista a diversi progetti. Sono in FONDI&SICAV dalla sua fondazione, dove opero come Responsabile dell'Ufficio Studi. I miei interessi si incentrano soprattutto sul mondo dei tassi di interesse e del reddito fisso, sulla gestione del rischio di portafoglio e sull'asset allocation.
Advertisement