Vontobel, risultati dell’anno finanziario 2014

La divisione di Asset Management ha raccolto 4,6 miliardi di nuovi attivi nel 2014

ll dato generale del patrimonio in gestione segna il nuovo record di 190,7 miliardi di franchi svizzeri al 31 dicembre 2014 (40% circa proviene da Stati Uniti e mercati emergenti).

I profitti netti sono in crescita del 10% a 134,5 milioni di franchi svizzeri, anche se i tassi di interesse ai minimi e gli scambi contenuti sui mercati hanno rallentato i livelli di reddito e i rendimenti.

Il Board of Directors proporrà un aumento dei dividendi del 19% a 1,55 franchi svizzeri per azione.

La divisione di Asset Management ha raccolto 4,6 miliardi di nuovi attivi nel 2014, con una forte crescita nella Regione Asia-Pacifico, che ha fatto registrare un incremento del 40% di nuovi asset.

La situazione delle aziende che operano in Svizzera – e di conseguenza anche l’industria della finanza svizzera – è cambiata notevolmente in seguito alla recente decisione della banca centrale svizzera di abbandonare il cambio minimo controllato dell’euro sul franco (1,20). Anche Vontobel ha accusato il colpo ma è riuscita a gestire con successo l’impatto delle forti fluttuazioni dei prezzi e i movimenti del tasso di cambio di gennaio grazie, in particolare, alla crescita solida degli ultimi anni.
Alla fine di gennaio 2015 gli asset nell’ambito della consulenza – che rappresentano la base di entrate più importante di Vontobel – sono stati pari a 128,5 miliardi di franchi svizzeri.

L’obiettivo dell’azienda nel 2015 sarà quello di continuare a perseguire l’attuale direzione strategica. La divisione di asset management continuerà a focalizzarsi sul segmento del reddito fisso e sull’approccio multi-asset class. Le prospettive dell’attività per il 2015 rimangono positive.