Wall Street beneficia del petrolio

Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

Wall Street ha chiuso ieri positiva, con Dow Jones +0,47%, S&P500 +0,75% e Nasdaq100 +1,06%, beneficiando del forte aumento delle quotazioni del petrolio. Il presidente Putin ha affermato che la Russia è pronta a fermare la sua produzione ed ha espresso ottimismo su un accordo tra i membri dell’Opec. Facebook (+4,1%) ha annunciato un programma di buyback da USD6 mld. Tyson Foods (-14,5%) ha annunciato per lo scorso trimestre un utile di USD0,96 per azione. Il consensus era di USD1,17 per azione. Anche i ricavi e l’outlook hanno deluso le attese. Attese in giornata le trimestrali di Analog Devices, Barnes & Noble, Campbell Soup, Dollar Tree, Gamestop, Hewlett Packard Enterprise, Hormel Foods, HP, Jacobs Engineering, Medtronic, Seadrill, Urban Outfitters.

Tokyo poco mossa prima della festività
La Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo (Nikkei +0,31%), dopo una seduta agitata e per il quinto giorno consecutivo, ma con guadagni che sono stati limitati dal fatto che, alla vigilia di una festa nazionale, gli investitori hanno preferito non assumere grandi posizioni. Hong Kong al momento +1,94%, Shangai +0,98%.

Dollaro poco mosso
Eur/Usd a 1,0605. Il biglietto verde è poco variato nei confronti delle principali divise, ma resta sotto il picco da oltre 13 anni segnato la settimana scorsa per effetto del riposizionamento verso l’alto delle attese d’inflazione sotto la prossima presidenza del neo eletto Trump.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane in calo di 4 tick a 160,75 lo spread Btp/Bund 10y è a 179 pts, con il rendimento del nostro decennale al 2,06%. In Italia il Tesoro annuncia quantitativi Btpei e Ctz in asta il 25 novembre.

Agenda macro
L’agenda macro di oggi prevede nel pomeriggio il dato sulla fiducia dei consumatori riferito alla Zona Euro mentre negli Stati Uniti verrà reso noto il dato sulle vendite di case esistenti.

Advertisement