Wall Street chiude al rialzo

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in rialzo.. Il Dow Jones ha perso lo 0,50%, l’S&P 500 lo 0,38%, mentre il Nasdaq Composite è salito dello 0,16%. Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

La Fed, in linea con le attese, ha alzato i tassi di interesse di 75 bps. Jerome Powell ha anticipato un ulteriore incremento di 50 o 75 bps nella riunione di luglio precisando però che rialzi dello 0,75% non diventeranno una cosa comune. Listini sostenuti inizialmente dal meeting straordinario della Bce. La Banca centrale europea ha deciso che applicherà flessibilità nel reinvestimento dei rimborsi in scadenza nel portafoglio PEPP, al fine di preservare il funzionamento del meccanismo di trasmissione della politica monetaria, condizione preliminare affinché la BCE sia in grado di realizzare il suo mandato di stabilità dei prezzi.

Borse asiatiche in ordine sparso

Azionariato asiatico in ordine sparso stamane con il Nikkei 225 della borsa di Tokyo in rialzo dello 0,40%, Hong Kong scende dell’1,55%, Shanghai dello 0,58%, Seoul sale dello 0,16%, mentre Sidney ha perso lo 0,15%. Dopo una seduta di deciso recupero per Wall Street , alla riapertura dei mercati asiatici l’andamento si è fatto più contrastato virando complessivamente in negativo. Dopo il meeting straordinario della Banca centrale europea (Bce) di mercoledì e il Federal Open Market Committe (Fomc), sono ora attese anche le decisioni della Bank of England (BoE) e della Bank of Japan (BoJ).

Borse europee in ribasso

Apertura negativa per le borse europee, con Piazza Affari che perde lo 0,77%. Negativi i titoli bancari. In ribasso, anche, Moncler, Iveco Group, STMicroelectronics, CNH Industrial e Ferrari. In rialzo, invece, Saipem, Leonardo, Campari, Italgas e Snam.

Agenda Finanziaria

L’agenda macro di oggi, giovedì 16 giugno, si presenta ancora all’insegna delle banche centrali. Si pronunciano sui tassi la banca centrale svizzera e quella britannica. Quest’ultima dovrebbe preparare la sua stretta, con i tassi all’1,25% dal precedente 1%. Si attende per l’Italia il dato finale sull’inflazione di maggio, attesa al 7,3%. Tra i dati americani da seguire i permessi edilizi, le nuove costruzioni abitative e le richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione.

Petrolio in rialzo

Derivati sul greggio in rialzo stamane. Il futures sul Brent guadagna lo 0,47% a USD 119,07 il barile, mentre WTI Usa sale dello 0,90% a USD 116,35.

Euro Dollaro a 1,04

Il cross euro/dollaro vale 1,0409 in calo di 0,16%, mentre il cambio euro/yen si attesta su 139,97 in rialzo dello 0,24% e il cambio usd/jpy scambia a 134,36 in rialzo di 0,40%