Wall Street chiude in rialzo su decisione Fbi

Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

Wall Street ha chiuso ieri in rialzo, con Dow Jones +2,08%, S&P500 +2,22% e Nasdaq100 +2,43%, in una giornata caratterizzata dalla decisione dell’Fbi di non procedere all’incriminazione di Hillary Clinton per il cosiddetto “Emailgate”. Biogen (+6,7%) ha beneficiato dei positivi risultati ottenuti in uno studio clinico da un suo farmaco per la cura dell’atrofia muscolare spinale. Dean Foods (+2,3%) ha annunciato per lo scorso trimestre un utile adjusted superiore alle stime del consensus e fornito un solido outlook sui prossimi tre mesi. Sysco (+9,8%) ha annunciato per lo scorso trimestre un utile adjusted di USD0,67 per azione. Il consensus era di USD0,58 per azione. Attese in giornata le trimestrali di DR Horton, Johnson Controls, CVS Health, Cinemark, Valeant, TripAdvisor, Echostar.

Tokyo invariata in attesa delle elezioni
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi pressoché invariata (Nikkei -0,03%), con gli investitori più cauti che hanno preferito restare ai margini in vista delle elezioni presidenziali Usa. Softbank (+1,3%) ha aumentato nel primo semestre l’utile netto di circa l’80%. Nikon (+1,3%), secondo indiscrezioni di stampa, avrebbe l’intenzione di tagliare il 10% del suo organico in Giappone. Hong Kong al momento guadagna 0,71%, Shanghai +0,47%.

Dollaro mantiene i guadagni
Eur/Usd a 1,105. Sul mercato dei cambi domina l’attesa del responso delle urne negli Usa. Il biglietto verde mantiene i guadagni registrati ieri, dopo l’esclusione dell’incriminazione della Clinton da parte dell’Fbi, che ha rafforzato le chances di vittoria della candidata democratica.

Petrolio wti poco variato stamane
Petrolio Wti in poco variato a USD44,8 al barile, in un clima di attesa per il verdetto delle elezioni Usa. A frenare i prezzi, la debolezza dei dati relativi alle importazioni di greggio da parte della Cina nel mese di ottobre e i dubbi sulla realizzabilità di un taglio della produzione.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane in calo di 5 tick a 162,24 lo spread Btp/Bund 10y è a 155 pts, con il rendimento del decennale italiano all’1,70%.

Agenda macro
L’agenda macro prevede in giornata nel Regno Unito l’indice sulla produzione industriale e manifatturiera di settembre, entrambe previste salire su base congiunturale.

Advertisement