Wall Street ha chiuso in calo

Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

Wall Street ha chiuso ieri in calo, con Dow Jones -0,43%, S&P500 -0,65% e Nasdaq100 -0,84%, indebolita nuovamente dalle preoccupazioni sulla possibile vittoria del candidato repubblicano. Allergan (-5,2%) farmaceutico ha annunciato per lo scorso trimestre un utile di USD3,32 per azione, inferiore alle previsioni di USD3,56 per azione. U.S. Steel (-4,8%) ha annunciato una trimestrale nettamente inferiore alle stime degli analisti ed avvertito che le condizioni operative restano difficili. Electronic Arts (+1,6%) ha annunciato per lo scorso trimestre un utile adjusted di USD0,56 per azione. Il consensus era di USD0,69 per azione. Attese in giornata le trimestrali di Kraft Heinz, CBS, Starbucks, Las Vegas Sands, Activision Blizzard, Cigna, Chesapeake Energy, S&P Global, Time Inc, FireEye, GoPro, Fossil, Weight Watchers, Noodles and Co, Lions Gate, TiVo, Skyworks.

Tokyo chiusa per festività
La Borsa di Tokyo è rimasta oggi chiusa (chiusura precedente Nikkei -1,76%). In Giappone si celebra il giorno della cultura. Le contrattazioni nella capitale nipponica riprenderanno domani. Hong Kong al momento perde lo 0,11%, Shangai +0,84%.

Dollaro perde terreno sullo yen
Eur/Usd a 1,1121. Il biglietto verde cede terreno contro lo yen, considerato valuta rifugio, in attesa del dato sull’occupazione mensile Usa, mentre rimane il nervosismo relativo alle imminenti presidenziali a governare il mercato dei cambi.

Petrolio in rialzo stamane
Petrolio Wti in lieve rialzo a USD45,65 al barile, dopo il forte calo di ieri dovuto ad un aumento delle scorte (Eia) ben oltre le attese, a causa di un insieme di attacchi a un oleodotto in Nigeria.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane invariato a 162,57 lo spread Btp/Bund 10y è a 155 pts, con il rendimento del decennale italiano all’1,67%.

Agenda macro
L’agenda macro prevede in giornata il dato Pmi servizi nel Regno Unito e il dato aggregato Eurozona sul tasso di disoccupazione. Nel pomeriggio negli Stati Uniti sarà reso noto il dato sul costo del lavoro, sulla produzione oraria, sugli ordini manifatturieri, ordinativi di beni durevoli e il dato settimanale sulle richieste di sussidi di disoccupazione.

Advertisement