Wall Street ha chiuso in calo ieri

Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

Wall Street ha chiuso in leggero calo ieri. Il Dow Jones ha perso lo 0,14%, lo S&P500 lo 0,27% e il Nasdaq100 ha guadagnato lo 0,05%. A frenare Wall Street sono stati i timori legati alle politiche protezionistiche annunciate da Trump, il quale ha firmato il decreto che ritira gli Stati Uniti dal trattato di libero scambio transpacifico (TPP). Trump ha inoltre avvertito che introdurrà un “notevole dazio doganale” sulla merci che provengono dall’estero. Attese oggi le trimestrali di 3M, Johnson and Johnson, DuPont, Alibaba, Travelers, Verizon, Corning, DR Horton, Kimberly-Clark, Lockheed Martin, AK Steel, Janus, Texas Instruments, Alcoa, Capitol One, Seagate.

Borsa di Tokyo
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in calo con il Nikkei che segna -0,55%, ai minimi dall’8 dicembre, in un mercato in cui gli investitori preoccupati della politica protezionistica annunciata dal nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump. La forza dello yen riduce l’attrattività del prodotti giapponesi all’estero e ciò danneggia gli esportatori come Toyota (-1,7%) e Honda (-1,7%), mentre il calo dei rendimenti deti titoli di Stato ha penalizzato il settore finanziario e assicurativo. Hong Kong al momento segna +0,04% e Shanghai +0,2%.

Cambio Eur/Usd
Eur/Usd a 1,074. Sulla scia delle politiche protezionistiche annunciate da Trump, il Dollar Index, l’indice che misura il valore del biglietto verde rispetto al paniere delle altre principali valute, è scivolato ai minimi da sei settimane.

Petrolio Wti
Petrolio Wti in rialzo a USD53 al barile. Andamento positivo per le quotazioni petrolifere, supportate dall’indebolimento del dollaro, che rende l’acquisto di derivati del petrolio più conveniente per i paesi importatori. Tuttavia, il rialzo è frenato dall’intensificarsi dell’attività di trivellazione negli Usa.

Obbligazionario
Il Bund future marzo ha aperto stamane in rialzo di 1 tick a 163,14. Lo spread Btp/Bund 10y è a 162 pts, con il rendimento del nostro decennale al 1,99%. Attive sul primario Spagna, Olanda e Stati Uniti. Oggi il Tesoro annuncia i quantitativi di Bot sei mesi 31/07/2017 in asta il 27 gennaio.

Agenda macro
L’agenda macro di oggi prevede il Pmi manifatturiero di gennaio di Francia, Germania e dell’intera Eurozona e il Pmi servizi di gennaio di Francia ed Eurolandia. Nel pomeriggio verrà poi pubblicato negli Stati Uniti il dato sulla vendita di case esistenti relativo al mese di dicembre.

Advertisement