Nicola Viscanti, di Widiba: «Una remunerazione ai più alti livelli di mercato»

Widiba pone l’accento, oltre che sulla connotazione tecnologica e l’architettura aperta, anche sul lato economico

Anche Widiba afferma che nel 2021 punterà molto sul reclutamento di nuovi professionisti. E accanto a una serie di particolarità tecniche della società, Nicola Viscanti, responsabile dei consulenti finanziari di Widiba, punta anche sull’aspetto economico. «Gli aspetti che caratterizzano maggiormente la nostra offerta sono diversi. La forte connotazione tecnologica e il modello commerciale ad architettura aperta (da sempre primi in Italia nel collocamento di prodotti di case terze). Non è secondaria anche una remunerazione ricorrente ai più alti livelli di mercato. In tema di offerta economica, abbiamo rivisitato il framework delle proposte d’ingaggio di nuovi consulenti. Queste proposte si distinguono per semplicità, chiarezza dell’offerta e attrattività degli economics, anche per le masse gestite con il sistema di remunerazione a parcella».

Non è facile però reclutare senza potere avere un contatto diretto…

«Il 2020 è stato un anno complicato per l’impossibilità di incontrare personalmente e selezionare i candidati. Ciò non ha impedito che i colloqui si svolgessero online e sul lato del reclutamento abbiamo registrato una crescita rispetto all’anno precedente».

Quali sono le caratteristiche dei consulenti che cercate?

«L’attuale situazione economica e le incertezze legate alla ripresa richiedono figure sempre più qualificate, con competenze specialistiche e soft skill. Sul mercato del reclutamento ricerchiamo professionisti in linea con questi requisiti, a prescindere dagli asset in gestione. Orientiamo le nostre azioni d’ingaggio non soltanto verso i consulenti senior, il cui turn-over è ormai molto basso. Vogliamo concentrare i maggiori sforzi verso il segmento dei private banker e dei consulenti di filiale, visti i mutamenti che attraversano le banche tradizionali. Si conferma la forte attenzione alla valorizzazione del ruolo delle donne nel mondo della consulenza finanziaria. Fanno premio le loro spiccate caratteristiche progettuali, relazionali e di educatrici di clienti e colleghi. Non tralasceremo il target dei consulenti junior, per favorire un ricambio generazionale».

Advertisement