Apertura in calo per le borse europee

Piazza Affari negativa dello 0,68% in apertura. In calo anche i principali indici EU. Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Negativi i titoli bancari sul Ftse Mib insieme a tutti gli altri titoli. Unici positivi Snam, Atlantia e Inwit. I peggiori sono Saipem, Tenaris, Leonardo e Moncler.

Borse asiatiche negative

Azionariato asiatico negativo stamane, con il Nikkei 225 a Tokyo che perde l’1,62% e Hong Kong negativa a -1,21%. Shanghai e Seoul in discesa rispettivamente a -0,10% e -1,16%. Negativa anche Sidney a -0,61%. Sul fronte macro, a luglio la produzione industriale cinese è cresciuta del 6,4% rispetto a un anno fa, ben al di sotto delle attese, in un segnale delle crescenti pressioni per l’economia cinese. Il consensus ipotizzava un incremento di 7,8%. In Giappone, il Pil nipponico nel secondo trimestre è aumentato oltre le previsioni mettendo a segno un +1,3% a perimetro annuo, contro attese per un +0,7%, e un +0,3% su trimestre da +0,2% del consensus in un segnale della ripresa di consumi e spesa per investimenti.

Wall Street in rialzo

La Borsa di New York ha chiuso l’ultima seduta della settimana in leggero rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,04%, l’S&P 500 lo 0,16% ed il Nasdaq Composite lo 0,04%. Tra i titoli in evidenza The Walt Disney Company +0,98%. Il colosso dell’intrattenimento ha comunicato i migliori risultati trimestrali, in termini di utile ma anche di ricavi, dallo scoppio della pandemia di coronavirus. Virgin Galactic a -2,08%. Il fondatore Richard Branson ha ceduto azioni della società di viaggi spaziali per USD 300 mln. Airbnb a +1,07%. La società creatrice dell’omonima piattaforma per la condivisione di appartamenti tra privati ha comunicato risultati per il secondo trimestre segnati da perdite in deciso calo da USD 576 a USD 68 mln.

Agenda finanziaria

Con alcuni spunti l’agenda macro di oggi, lunedì 16 agosto. La settimana ha preso il via con alcune importanti indicazioni in arrivo dall’Asia. Prima il Pil giapponese, poi le vendite al dettaglio e la produzione industriale cinese. Sul fronte italiano, in arrivo da Via Nazionale il supplemento al bollettino statistico “Finanza pubblica, fabbisogno e debito”. Il documento offrirà il nuovo spaccato sul controvalore del portafoglio di titoli di Stato italiani detenuto da soggetti esteri. Sul fronte europeo, secondo un sondaggio diffuso nella notte, la Bce annuncerà probabilmente nel prossimo trimestre il piano per ridurre gli acquisti di asset. Dodici dei 29 economisti interpellati prevedono un annuncio a settembre e 15 il prossimo trimestre, con 10 che indicano il mese di dicembre.

Petrolio in calo

Prezzi in calo di oltre l’1% dopo i dati cinesi al di sotto delle attese. I futures sul Brent scambiano in calo dell’1,30% a USD 69,66 il barile, al Nymex il Wti Usa perde l’1,58% a USD 67,36.

Euro Dollaro a 1,17

Il dollaro galleggia sui minimi di una settimana nei confronti delle principali divise dopo il tuffo di venerdì al livello più basso di sette settimane sulla scia dei deludenti dati Usa sulla fiducia dei consumatori. Il cross euro/dollaro è a 1,1787, in calo di 0,03%; il cambio euro/yen è a 129,01 mentre il dollaro contro yen scambia a 109,44.
Advertisement