Minute Fed: conferma attuale politica monetaria

Apertura in rialzo per le borse europee. Rimbalzo del dollaro, dopo i verbali Fed che tornano a far parlare di restrizioni della politica ultra-accomodante. Politica interna: in arrivo il nuovo decreto sostegni. Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

0
7

Dopo la bilancia commerciale giapponese si guarda al discorso del presidente
della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza ‘Gender, Money & Finance’. Anche
in questo caso si cercheranno di individuare indicazioni sulla politica monetaria futura. In arrivo anche i dati sulle partite correnti di marzo nell’Eurozona. Dalla Germania sono già stati resi noti invece i dati sui prezzi alla produzione, che si attestano ad aprile a +0,8% su mese e +5,2% su anno. Nel pomeriggio si attende il consueto aggiornamento settimanale con le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti.

Dalle minute della Fed è emerso che l’economia degli Stati Uniti è ancora
lontana dal centrare gli obiettivi di più lungo termine della commissione e che il
percorso continuerà a dipendere dai rischi legati alla pandemia Covid-19. Per ora
dunque l’attuale politica monetaria e la sua guidance rimangono appropriati

Sul fronte interno, è atteso in giornata un Cdm sul nuovo decreto sostegni con
misure per oltre EUR 40 mld che dovrebbe contenere incentivi a nuove
assunzioni e decontribuzione per chi mantiene in azienda i lavoratori dopo la
cassa integrazione. Da segnalare che ieri il capo dello Stato Sergio Mattarella
ha pubblicamente respinto le speculazioni su un suo possibile nuovo mandato al
Quirinale.

Rimbalzo del dollaro, dopo i verbali Fed che tornano a far parlare di restrizioni
della politica ultra-accomodante. Il cross euro/dollaro è a 1,2190, in rialzo di
0,05%; il cambio euro/yen è a 132,98 mentre il dollaro contro yen scambia a
109,14.

Prezzi del greggio in leggero rialzo, che restano sotto pressione sui timori che
nuove restrizioni anti-Covid in Asia possano danneggiare la domanda. Il futures
sul Brent guadagna lo 0,35% a USD 66,90 il barile, al Nymex per il Wti Usa è a
+0,55% a USD 63,70.

Stamane il Bund future giugno ha aperto in calo di 22 tick a 168,68, il Btp
future cede 11 bp a 144,87. Lo spread Btp/Bund riparte da 123 pts, con il
rendimento del nostro Btp decennale all’1,07%. Sul primario la Francia mette a
disposizione fino a EUR 10,5 mld in tre Oat, mentre la Spagna offre fino a EUR 6
mld in tre Bonos.

Apertura in rialzo per le borse europee, con Piazza Affari e i principali indici
EU che guadagnano circa lo 0,50% nelle prime battute. In rialzo i titoli bancari
insieme a tutti i titoli dell’indice Ftse Mib. In calo solo A2A, Snam, Terna e
Ferrari.

Borse asiatiche contrastate, con l’indice Nikkei che avanza dello 0,20%, la
borsa di Shanghai in ribasso dello 0,05% circa, Hong Kong a -0,50%. Giù
anche Seoul a -0,40% circa, mentre la borsa di Sidney balza di oltre l’1%, dopo
la pubblicazione del rapporto sul mercato del lavoro.

In Cina, la People’s Bank of China ha lasciato invariati i tassi di finanziamento loan prime rate, che vengono stabiliti mensilmente da 18 banche cinesi, a un anno e a cinque anni, rispettivamente al 3,85% e al 4,65%, come da attese. In Giappone invece l’export ad aprile ha registrato il maggior incremento dal 2010 con un +38% su anno grazie alla ripresa della domanda globale di auto ed elettronica. La bilancia commerciale si è attestata a JPY 255,3 mld da JPY 662,2 mld di marzo.

Dopo un avvio in forte ribasso sulla scia dei consistenti sell off che si sono
abbattuti sul cripto universo e sui titoli tecnologici, Wall Street ha
gradualmente recuperato terreno nel corso della giornata chiudendo con un
calo frazionale.

Il Dow Jones ha perso lo 0,48%, lo S&P 500 ha ceduto lo 0,29% ed il Nasdaq Composite ha limitato i ribassi allo 0,03%. Forte impatto del Bitcoin che nell’arco di 24 ore arriva a cedere il 20% capitolando anche sotto la soglia di USD 37.000. Tra i titoli, sotto pressione Wells Fargo a-1,47%, dopo che gli analisti di UBS hanno rivisto al ribasso il rating sul titolo della banca americana da “buy” a “neutral”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here