Home Dal mondo S&P si esprime sul debito sovrano dell’Italia

S&P si esprime sul debito sovrano dell’Italia

0
S&P si esprime sul debito sovrano dell’Italia

L’agenda macro odierna prevede nel corso della mattina la pubblicazione degli
indici PMI manifatturiero e servizi di principali Paesi di Eurozona ed il suo dato
aggregato, relativi al mese di aprile, in lettura preliminare.

A metà seduta la Banca centrale della Russia annuncerà la sua decisione di politica monetaria, mentre nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno anche qui gli Pmi e i dati
sulle vendite di nuove case e nuove licenze edilizie. Tra gli altri appuntamenti si segnala la revisione del rating di S&P sull’Italia (attualmente pari a ‘BBB’ con prospettive stabili) e la chiusura del collocamento del nuovo Btp Futura. A Roma è in programma la riunione del Consiglio dei Ministri sul Recovery Plan.

A livello societario, prosegue la stagione delle trimestrali, con Air Liquid e Suez
in Europa e di American Express negli Stati Uniti. A Piazza Affari, in evidenza il
termine dell’offerta di Credit Agricole Italia sul Credito Valtellinese.

Euro in leggero rialzo appena sopra quota 1,20 dollari, dopo il calo di ieri. In
lieve calo invece su yen, poco mosso su un paniere delle principali valute. Bitcoin
attaccato dalle vendite, capitola anche sotto la soglia dei USD 50.000 per la
prima volta da inizio marzo. Pesano le indiscrezioni secondo cui
l’amministrazione Biden si starebbe preparando a proporre una tassa sul capital
gain fino al 43,4% per i più ricchi. Altre voci sostengono che il segretario al
Tesoro Usa Yellen starebbe pensando di tassare i capital gain guadagnati con
gli investimenti nelle monete digitali fino all’80%.

Prezzi del petrolio in lieve rialzo stamane, tra le speranze di un incremento
della domanda innescato da una prossima generalizzata ripresa economica postpandemica. Il futures sul Brent guadagna lo 0,50% a USD 65,70 il barile, stessa percentuale al Nymex per il Wti Usa a USD 61,70.

Stamane il Bund future giugno ha aperto in rialzo di 1 tick a 170,95, il Btp
future guadagna 2 bp a 148,37. Lo spread Btp/Bund riparte da 102 pts, con il
rendimento del nostro Btp decennale allo 0,75%. Al termine del quarto giorno di
offerta, il Btp Futura 2037, i cui proventi andranno a contrastare le ricadute
economiche della pandemia, totalizzava ieri ordini complessivi pari a EUR 5,15
mld. Oggi l’ultima giornata con chiusura alle 13 e comunicazione dei tassi
cedolari definitivi. Ieri a mercati chiusi la comunicazione del Tesoro relativa alla
prima delle aste di fine mese: martedì 27 aprile saranno a disposizione degli
investitori fino a EUR 5,5 mld tra Btp short-term e indicizzati a 5 e 30 anni. Questa sera l’annuncio del Bot semestrale in calendario mercoledì prossimo.

Apertura in lieve calo per le borse europee, con i principali indici EU e Piazza
Affari che contengono le perdite entro il mezzo punto percentuale nelle prime
battute. Deboli i titoli bancari, in calo Atlantia, Recordati, Tenaris, CNH
Industrial, Eni, Leonardo, Moncler e Stellantis. In rialzo Enel, Fineco e Amplifon.

Borse asiatiche contrastate stamane, con l’indice Nikkei della borsa di Tokyo
che perde lo 0,57%, Hong Kong +0,60%, Shanghai -0,11%, Seoul a +0,27% e
Sidney a +0,08%. In Giappone, a livello ‘core’ e su base tendenziale, i prezzi al
consumo di marzo sono scesi dello 0,1%, in linea con le attese, dopo la
flessione dello 0,4% registrata a febbraio. La prima stima sul Pmi
manifatturiero di aprile si attesta a 53,3 pts, in rialzo rispetto ai 52,7 del mese
scorso, toccando il ritmo massimo di espansione in più di 3 anni. Langue invece
il settore servizi, che mostra una contrazione per il 15esimo mese consecutivo.

Wall Street ha chiuso in calo ieri, in seguito all’ipotesi di una aumento delle
tasse sui capital gain, con il Dow Jones che ha ceduto lo 0,94%, l’S&P500 ha
perso lo 0,92% e Nasdaq -0,94%. Joe Biden punterebbe a raddoppiare il
prelievo fiscale sul capital gain, ovvero le plusvalenze realizzate sugli
investimenti finanziari, dal 20 al 43,4%.

Manca ancora il sì del Congresso e in particolare al Senato. Le nuove tasse dovrebbero fornire copertura parziale alla seconda manovra del Presidente Usa, ovvero una legge di spesa per USD 2.000 mld di investimenti in infrastrutture nei prossimi 10 anni. Vendite sui titoli del settore finanziario: JP Morgan ha perso il 2,11%. Diffusa ieri a mercati chiusi la
trimestrale di Intel, con utile per azione e fatturato migliore delle attese, ma titolo fino a -2,17% in after-hours.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza i cookies.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.