Wall Street chiude mista

A portare volatilità sui mercati Usa ci hanno pensato le indicazioni deludenti in arrivo dal report sull’occupazione di agosto. Positive le Borse asiatiche. Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Obbligazionario

Digeriti venerdì i dati sull’occupazione Usa che allontanano il timore di un prossimo avvio del ‘tapering’ di Federal Reserve, il mercato statunitense si prende una pausa per il Labor day. Quanto alla carta italiana, si riparte da un Btp decennale con rendimento a 0,70% e lo spread di rendimento tra i benchmark a 10 anni di Italia e Germania a 106 punti base. In serata la comunicazione del ministero dell’Economia sull’asta Bot di giovedì prossimo, in cui il Tesoro offre Buoni a 12 mesi. Nel collocamento di metà agosto il Tesoro ha collocato 7 miliardi a -0,513%. Intorno a metà mattinata Francia e Germania mettono a disposizione rispettivamente fino a 6,5 miliardi su tre Btf e fino a 6 miliardi di due Bubill, dicembre 2021 e giugno 2022.

Borse Asia positive

Giornata positiva per i listini asiatici. Tokyo ha guadagnato l’1,83% a 29.659,80 pts. +0,83% l’Hang Seng, +1,10% Shanghai.

Wall Street chiude mista

In territorio misto i principali indici delle borse americane al termine delle contrattazioni della seduta dello scorso venerdì. A portare volatilità sui mercati Usa ci hanno pensato le indicazioni deludenti in arrivo dal report sull’occupazione di agosto, che ha mostrato meno posti di lavoro creati rispetto alle attese degli analisti. Nonostante queste indicazioni poco rassicuranti il Nasdaq ha registrato il suo ennesimo record storico (il 35esimo del 2021) con un progresso dello 0,21% a 15.363,50 punti. Nella settimana l’indice dei tech ha registrato un progresso dell’1,6%. In rosso invece Dow Jones (-0,21% a 35.369,09 punti) e Standard & Poor’s 500 (-0,03% a 4.535,43 punti). Nella settimana il primo ha perso un minimo 0,2%, il secondo guadagnato lo 0,6%.

Advertisement