Wall Street in ordine sparso

Il Dow Jones ha perso lo 0,33%, l’S&P 500 lo 0,13%, mentre il Nasdaq Composite è sceso dello 0,03%. Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ordine sparso, zavorrata ancora dall’inflazione che rischia di rimanere elevata più a lungo del previsto costringendo la Fed ad una politica più aggressiva.

Borse europe in rialzo

Apertura positiva per le borse europee, con Piazza Affari che guadagna circa mezzo punto percentuale. Bene i titoli bancari. In rialzo, anche, Amplifon, Telecom Italia, Diasorin, Ternaris e STMicroelectronics. In ribasso, invece, Nexi, Ferrari, Pirelli e Prysmian.

Borse asiatiche in rialzo

Azionariato asiatico positivo stamane con il Nikkei 225 della borsa di Tokyo in rialzo del 2,64%, Hong Kong sale del 2,51%, Shanghai dello 0,96%, Seoul del 2,12% mentre Sidney guadagna l’1,93%. Dopo una seduta contrastata per Wall Street, alla riapertura degli scambi sui mercati asiatici la tendenza si è rafforzata su un netto recupero. Gli investitori sembrano avere metabolizzato i timori sul perdurare di un’elevata inflazione e danno fiducia alla stretta monetaria della Federal Reserve (Fed).

Petrolio in rialzo

Derivati sul greggio positivi stamane. Il futures sul Brent guadagna l’1,24% a USD 108,78 il barile, mentre WTI Usa sale dello 0,73% a USD 106,90.

Euro Dollaro a 1,04

Il cross euro/dollaro vale 1,0403 in rialzo di 0,16%, mentre il cambio euro/yen si attesta su 133,83, in rialzo dello 0,56% e il cambio usd/jpy scambia a 128,81 in rialzo di 0,38%.

Obbligazionario

Stamane il Bund future ha aperto a 154,51 il Btp future a 130,67. Lo spread Btp/Bund riparte da 187 pts, con il rendimento del nostro Btp decennale al 2,762%.