Azionario Asia, il ritorno dei titoli value

0
4

 

Arnout van Rijn, Cio Asia Pacifico di Robeco, ci illustra la sua asset allocation e le ragioni del ritorno in auge dei titoli value

 

Come selezionate i titoli da inserire in portafoglio?

Le società value con un’attenzione a sostenibilità e momentum è la sintesi del processo di selezione per il fondo Robeco Asia Pacific Equities.

Selezioniamo società sottovalutate in base alla capacità di generare free cash flow. Il nostro team dedicato, composto da sei portfolio manager e analisti con un’esperienza media di oltre 15 anni nei mercati asiatici, è supportato dai modelli quantitativi proprietari di Robeco che mirano a sfruttare i bias comportamentali.

Quantifichiamo l’impatto dei fattori ESG sulla nostra valutazione del free cash flow atteso. Manteniamo in portafoglio le azioni per 3-5 anni, in media, quindi il nostro turnover di portafoglio rimane basso. Ciò consente anche di interagire con i senior manager su come migliorare l’azienda da una prospettiva ESG. Le realtà asiatiche spesso non sono molto trasparenti circa i dati sull’inquinamento e il management non ha sempre agito nell’interesse degli azionisti di minoranza. Tuttavia, questo aspetto è in rapido miglioramento e aiutiamo le aziende a mettersi sulla strada giusta.

Le azioni possono allontanarsi dal loro fair value per diverso tempo, quindi dobbiamo anche tenere traccia del momentum, sia per gli utili sia per il prezzo. Quando il momentum migliora per un titolo sottovalutato con credenziali ESG buone o in miglioramento, tendiamo ad acquistarlo.

Quali scelte di asset allocation hanno condizionato la performance del fondo negli ultimi anni?

L’investimento nelle aziende value non era tra i favoriti negli ultimi anni a causa del calo prolungato dei tassi di interesse a lungo termine. Con l’allontanamento dai tassi di sconto più bassi, i flussi di cassa oggi hanno maggior valore e ciò ha spinto i titoli growth verso valutazioni elevate. Dopo il recente minimo dei tassi di interesse e i segnali di ripresa economica nella maggior parte dell’Asia, i titoli value sono tornati alla ribalta negli ultimi sei mesi e riteniamo che la situazione continui. Con un rendimento simile sul profilo azionario, il portafoglio del nostro fondo scambia ad uno sconto del 30% rispetto alle valutazioni del benchmark. Soprattutto in Giappone e Corea troviamo buone opportunità di valore e spazio per engagement di successo a supporto di una rivalutazione dei titoli.

 

Qual è l’attuale asset allocation del fondo per settori?

Quasi un quarto del fondo è investito in titoli tecnologici. L’Asia è leader mondiale nell’hardware grazie alla produzione su larga scala e a basso costo, mentre la domanda è forte. Dopo il consolidamento che abbiamo visto in molte parti della supply chain negli ultimi 10 anni, vediamo che le aziende hanno finalmente potere di determinazione dei prezzi e quindi ci aspettiamo un miglioramento dei margini. Nell’area Asia-Pacifico molte di queste società trattano ancora a multipli bassi con aspettative basse. Ci piacciono anche le società nei settori dei materiali di base dove, dopo anni di sottoinvestimento, anche il potere di determinazione dei prezzi è diventato piuttosto forte e dove l’Asia ha una forte domanda per lo sviluppo dei progetti infrastrutturali. Qui ci concentriamo sui nomi che gestiscono bene il proprio impatto ambientale.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here