Global Palladium Fund: «I fondi pensione italiani puntano sul rame»

Una nuova ricerca di Global Palladium Fund evidenzia l’ottimismo nei confronti del rame e del suo ruolo

Secondo una ricerca condotta presso 50 fondi pensione italiani, con 62 miliardi di dollari di Aum, le prospettive per il rame sono ottime. Infatti la maggioranza ritiene che il prezzo crescerà nel corso del resto dell’anno. Il fatto che vi sia una forte correlazione fra il prezzo di questa risorsa e il ciclo economico globale è cosa nota. Questo metallo però sta rapidamente diventando una risorsa indispensabile nella crescita globale dell’energia verde.

Lo studio è condotto da Global Palladium Fund (Gpf), emittente di Etc su metalli industriali e preziosi. Gpf ha recentemente quotato sei Etc a Londra e Milano su oro, argento, platino, palladio, nickel e, appunto, rame. Il 90% dei fondi pensione italiani ritiene che inflazione e crescita economica più robuste renderanno il rame ancora più interessante per gli investitori professionali. Oltre la metà (52%) ha intenzione di sovrappesare l’esposizione a questa risorsa naturale. Dall’altra parte solo il 28% si aspetta invece di assumere una posizione di sottopeso nei prossimi 12 mesi.

Alexander Stoyanov, ceo di Gpf

Alexander Stoyanov, ceo di Gpf ha dichiarato a fondiesicav.it: «Notoriamente il rame è fra gli investimenti che vanno meglio durante le fasi di accelerazione dell’inflazione. Inoltre la forte crescita economica sta spingendo la domanda di questo metallo.  Infine anche i piani di espansione infrastrutturale e la diffusione dell’energia rinnovabile offrono per il rame significative opportunità di sviluppo». Infatti secondo l’Agenzia Internazionale per l’Energia, circa il 40% della domanda di rame nei prossimi 20 anni sarà assorbito dall’energia verde.

Il 26% degli investitori italiani prevede per i corsi di questa risorsa un rialzo entro il +3% dai valori registrati a metà aprile.  Il 38% invece ritiene che ci sarà un incremento compreso fra +3% e +9%. Infine il 34% è convinto che i rialzi saranno superiori a quest’ultima soglia.

 

Advertisement