Smart Cities, l’ETF di Lyxor va oltre le nuove tecnologie

Le Smart Cities sono uno dei megatrend più in voga del momento. Uno dei motivi è che esemplificano come le sfide tra cui urbanizzazione e cambiamento climatico saranno affrontate dalle nuove tecnologie. Tra cui l’automazione, l’intelligenza artificiale, l’Internet dele Cose e le reti “intelligenti. E sono la dimostrazione di come ciò andrà a beneficio delle imprese e degli investitori più lungimiranti.

Le città ospitano già la metà di tutte le persone sulla Terra e si prevede che altri 2,5 miliardi e mezzo di persone si uniranno a loro entro il 2050. Il 90% di questo incremento si verificherà in Africa e in Asia, due regioni dei mercati emergenti in rapida crescita economica.

Smart cities: da case ad autostrade

Le case all’avanguardia fanno già uso di coperture e pannelli solari, di un’illuminazione intelligente e altri apparecchi smart. In futuro gli edifici intelligenti potranno adattare automaticamente il loro riscaldamento, ventilazione e aria condizionata (HVAC) e illuminazione a LED in base alla luce del sole e alle temperature in un modo molto più sofisticato.

C’è molto spazio per rendere la nostra città infrastrutture più efficienti. L’ambiente intelligente, le soluzioni per acqua e rifiuti possono utilizzare sensori e analisi per tracciare i consumi, rilevare le perdite, gestire i rifiuti e monitorare la qualità dell’acqua. Per esempio l’energia smart può ridurre l’uso di energia urbana attraverso smart contatori, prezzi dinamici dell’elettricità, automatizzati lampioni, nonché strumenti per monitorare e modificare il nostro comportamento.

La città di Songdo in Corea del Sud offre un sguardo al futuro, perché questa Smart City è già che funge da banco di prova per molte di queste tecnologie.

Stiamo già assistendo all’arrivo della mobilità intelligente sotto forma di bike sharing e car sharing. Informazioni in tempo reale sul traffico e sul transito fornirà un pubblico più reattivo e flessibile e trasporto privato, ridurre la congestione e portare a microtransiti basati sulla domanda (come i minibus) sostituendo gli orari fissi. A lungo termine, una volta superati i rimanenti ostacoli tecnici, i veicoli autonomi sostituiranno probabilmente quelli guidati da persone a pieno titolo.

Smart Cities vicine: non sarà facile affrontare le sfide della rapida urbanizzazione: le nuove tecnologie delle Smart Cities influenzeranno ogni aspetto delle nostre vite: come viaggiamo, ci spostiamo, come lavoriamo, come trascorriamo il tempo libero e come ci curiamo
Non sarà facile affrontare le sfide della rapida urbanizzazione: le nuove tecnologie delle Smart Cities influenzeranno ogni aspetto delle nostre vite: come viaggiamo, ci spostiamo, come lavoriamo, come trascorriamo il tempo libero e come ci curiamo

Una vita più sicura e più sana

La tecnologia delle Smart Cities del futuro ci potrà anche aiutare a vivere una vita più sicura e più sana. I sistemi di sicurezza intelligenti utilizzeranno la sorveglianza dati (magari raccolti da flotte di droni) per mappare crimini e incidenti come il sovraffollamento o gli incendi in tempo reale.

Questo velocizzerà i tempi di risposta e ottimizzerà l’uso delle risorse dei servizi di emergenza, tra cui polizia, vigili del fuoco e servizi di intervento medico. All’inizio del 2020, ad esempio, il governo cinese ha dispiegato droni per monitorare le strade di Wuhan, epicentro dell’epidemia di coronavirus. Le autorità hanno anche chiesto ai cittadini di indossare maschere protettive per aiutare a limitare la sua diffusione.

Nel frattempo, i sistemi di assistenza sanitaria intelligente ci aiuteranno a passare direttamente dalla cura alla prevenzione. Come? Attraverso l’allarme tempestivo della qualità dell’aria, per risolvere problemi igienici, individuare malattie infettive o per far fronte a problemi di salute identificati da sensori intelligenti collegati a dispositivi medici come gli inalatori. Il monitoraggio e il trattamento a distanza dei pazienti attraverso la telemedicina ridurrà i tempi di attesa e aumenterà l’efficacia delle contromisure.

Il primo grande premio che questi cambiamenti radicali porteranno sarà l’enorme miglioramento della qualità della vita. Le tecnologie intelligenti possono ridurre i decessi dell’8-10% secondo le ultime ricerche sul campo. Possono inoltre accelerare i tempi di risposta alle emergenze del 20-35%, ridurre il tempo medio di commutazione del 15-20%, ridurre il carico di malattia dell’8-15%.

Stando alle analisi del McKinsey Global Institute possono anche avere un impatto positivo sull’ambiente, riducendo le emissioni di gas a effetto serra del 10-15% e diminuire il consumo di acqua del 20-30%.

I dati del McKinsey Global Institute sulle Smart Cities mostrano come le nuove soluzioni digitali getteranno le basi per un futuro più vivibile
I risultati delle ricerche del McKinsey Global Institute sulle Smart Cities mostrano come le nuove soluzioni digitali getteranno le basi per un futuro più vivibile

Investire nelle Smart Cities: oltre la tecnologia

Come si veda l’evoluzione delle Smart Cities non riguarda soltanto la tecnologia. Gli investimenti che vogliono sfruttare il potenziale dei cambiamenti in atto non possono limitarsi a essere concentrati su semplice fondo tecnologico.

Secondo Lyxor gli investitori devono prendere in considerazione un aspetto chiave. Ossia come le società industriali tradizionali, quelle dei trasporti e le utility stanno facendo fronte alla rivoluzione delle Smart Cities in atto. E come questo fenomeno cambierà il modo in cui operano.

È il motivo per cui nell’ETF tematico sulle Smart Cities di Lyxor sono incluse molte delle aziende dei settori sopra citati. Sono gruppi che sperimentando nuovi approcci sono in grado di creare nuove opportunità – anche i campi come l’acqua e il riciclo dei rifiuti, che sulla facciata possono sembrare poco entusiasmanti.

Le società dietro alla rivoluzione

Le autostrade e strade digitali nelle smart cities del futuro saranno costruite da aziende come Broadcom, un gruppo americano di semiconduttori e di software. I prodotti di Broadcom sono ampiamente utilizzati nei sistemi di rete, nella comunicazione e nei data center. Significa che l’azienda dovrebbe assistere a una crescita dei suoi mercati principali man mano che le Smart Cities metteranno in atto quell’infrastruttura necessaria per raccogliere, archiviare ed elaborare la grande quantità di dati di cui hanno bisogno.

Ma non saranno solo le principali aziende tecnologiche a beneficiarne. L’austriaca AMS è specializzata nei sensori che vengono utilizzati nelle automobili, negli ospedali, nelle macchine artificiali, nei dispositivi indossabili e in tanto altro ancora. Il suo punto di forza è la creazione di sensori piccoli, con un basso fabbisogno di energia ma comunque molto efficaci. È esattamente ciò che serve quando si integra una rete enorme di dispositivi di rilevamento in tutte le città del futuro.

La diffusione di dispositivi wireless 5G, al contempo, dovrebbe andare a beneficio di aziende come Win Semiconductors, gruppo con sede a Taiwan. I suoi prodotti includono amplificatori di energia e chip a radiofrequenza realizzati con la tecnologia dei semiconduttori composti in cui il silicio – utilizzato nei chip convenzionali – è combinato con altri elementi per migliorare le prestazioni.

Advertisement