FOCUS SOSTENIBILITÀ: il grande ruolo della finanza

Ormai è sempre più convinto, sempre più forte il ruolo dei grandi asset manager nello spingere i criteri Esg. Se soltanto fino a qualche anno fa questo tema era limitato a pochi sparuti gruppi, adesso è idea comune che sia un trend che vada sostenuto con totale partecipazione e non solo per seguire una moda. Il concetto base è che l’Esg non sia un settore, ma un criterio che deve coinvolgere tutto l’universo investibile. E questa tendenza esce fuori con grande chiarezza nel Focus sostenibilità organizzato da Fondi&Sicav.

Sono in molti a pensare che il ruolo della finanza sia spesso negativo, che si tratti di un settore privo di morale che sostiene qualsiasi tema, anche il più lurido, pur di portare a casa soldi.

Nel caso della sostenibilità questo dubbio certamente non c’è, anche perché da qualche anno l’adozione dei criteri Esg per un’enorme quantità di prodotti finanziari è abituale, convinta e spesso costituisce una scelta strategica irrinunciabile.

È vero che in molti casi la spinta è arrivata dal basso, dai consumatori, che hanno imposto il rispetto per l’ambiente e il sociale e hanno preteso una governance attenta, ma i gestori hanno riscontrato che investire in aziende pulite in tutti i sensi toglieva un elemento di rischio al loro lavoro e di conseguenza hanno accettato spesso con entusiasmo di adottare filtri che garantissero più ampiamente gli investitori e gli asset manager.

La pandemia, poi, che ha evidenziato che sui mercati hanno retto meglio le società e i prodotti conil marchio Esg, ha aggiunto un ulteriore tassello a questo circolo virtuoso. Questa tendenza risulta chiara in questo focus di Fondi&Sicav, che ha visto la partecipazione di società tra le più importanti al mondo. Tutte affermano il loro impegno in questo campo. In molti casi anche con l’adozione di politiche proprie, sostenute da team specializzati e con alla base studi tutt’altro che improvvisati. Qualche volta è piacevole evidenziare trend positivi.

 

Leggi tutti i contributi

Giuseppe Riccardi
Dopo esperienze in primarie società di gestione internazionali nel 2000 realizzo con FondiOnline il sogno di una informazione finanziaria indipendente dedicata al mondo del risparmio gestito. Insieme alla squadra creata nel tempo, nonostante la crisi di internet non ci siamo mai arresi e abbiamo continuato a crescere lanciando FONDI&SICAV, 361GRADI e alcune riviste personalizzate per importanti banche italiane. Con il nuovo FONDI&SICAV ci mettiamo ancora una volta in discussione con la certezza di offrire ai nostri lettori un servizio ancora una volta migliore.
Advertisement